Le cose da sapere prima di visitare una casa

La visita è un momento importante nel processo di acquisto : 9 consigli per trovare la soluzione immobiliare più adatta nel minor tempo possibile.

I trasporti e il quartiere

Avete notato un annuncio che sembra convenire, ma fate attenzione ad alcuni elementi che sono da prendere in conto prima di passare alla visita stessa. Iniziamo dalla questione dei trasporti. Se possedete una macchina, o se pensate di procurarvene una, cercate i parcheggi vicini e i posti auto dove vi sarà possibile parcheggiare. La sosta è gratuita o a pagamento? Si trova facilmente, anche in serata? Se possedete una bicicletta o un motorino, può essere prudente informarsi sui punti dove parcheggiare senza rischio. In campagna, informatevi sullo stato delle strade e sull’accessibilità alle strade periferiche.

Nelle grandi città, è importante informarsi sui punti di accesso dell’abitazione visitata: la vicinanza con una linea di tramway, di metro, di RER, con una stazione, una linea di bus. Sono elementi da prendere in conto se l’abitazione si trova lontana de vostro luogo di lavoro. Un domicilio vicino in termini di distanza, ma mal servito dai trasporti pubblici o situato su una strada a forte influenza può rivelarsi diventare un problema.

Allo stesso modo, la questione del quartiere non è da trascurare. A Paris, vivere a Grenelle o a Belleville sono due cose completamente diversi. Per rendersi conto del livello sonoro o dell’affluenza media, l’ideale è passeggiare a diversi momenti della giornata, durante la settimana e il week-end per farsi un’idea della frequentazione e dell’atmosfera della zona. In oltre, è necessario fare un giro del quartiere per scoprire i commerci, la panetteria, il supermercato, la macelleria, la farmacia, la tabaccheria, ecc. E possibile andarci a piedi? Se avete figli o pensate di averne, studiate la vicinanza delle scuole e la loro reputazione. Osservate anche dove sono situati i parchi, e le aere di gioco. Insomma, un giretto è necessario per scoprire se le comodità sono vicine e se vi convengono.

Una volta all’interno del palazzo

Il giro del quartiere fatto, siete sicuro: vi piace e fa per voi. Concentriamoci ora sul palazzo o la casa. Osservate l’esterno, l’architettura, la pittura esterna, lo stato dell’edificio. Se si tratta di un palazzo in condominio, un’occhiata alle parti communi s’impone. Le cassette della posta sono nuove, pulite? L’atrio deve essere ripinto? In che stato sono le scale e l’ascensore? Per finire, guardate lo stato dei muri esterni e della corte interna, se il palazzo ne possiede una. Tutto ciò è importante se avete intenzione di affittare l’alloggio, ma soprattutto se lo volete acquistare!

Se l’atrio è scalcinato, così come la cassette della posta, è possibile che dei lavori siano previsti a breve, e ciò potrebbe aumentare le spese. In un condomino, richiedete il resoconto delle precedenti assemblee. Sapreste in questo modo quali sono i lavori in corso o quelli da prevedere. In oltre, conoscerete gli eventuali problemi del palazzo, come le infiltrazioni. Quest’elemento è normalmente aggiunto al dossier, ma non esitare a chiederlo in caso di dubbio.

Sembra evidente che per una donna incinta, con bambini piccoli o per pensionati, un appartamento situato al settimo piano senza ascensore non è una buona idea. Se c’é dateci un’occhiata! E mantenuto correttamente, con delle porte che chiudono bene? Sufficientemente grande .Un locale per i passeggini può essere di buon augurio se avete o desiderate avere figli. Se invece, non è il caso, e che desiderate un luogo calmo, se il locale è pieno può essere un brutto segno. Un locale per biciclette, così come la presenza o meno di cantine, possono essere un punto in più per fare pesare la bilancia in favore di un appartamento o di un altro.

Un po’ di sicurezza !

Il sentimento di sicurezza è importante, soprattutto se vivete solo o con bambini piccoli. Per evitare furti o altre brutte sorprese, pensate a verificate alcuni piccoli elementi penetrando per la prima volta nell’atrio del vostro palazzo. Quante porte separano la strada del vostro futuro « home sweet home » ? L’interfono funziona?

Idem per quanto riguarda l’entrata, primo contatto con l’abitazione. Provate il campanello, chiedete ad aprire da voi stesso la porta affinché verifichiate che non che non ci sia nessun problema con la serratura. Non dimenticare di esaminarla con attenzione, affinché controlliate che sia ben resistente. E necessario un codice , una chiave, un badge ? Le porte chiudono bene? Sono di buona qualità ? Tenete conto che una porta vetusta genererà spese importanti se optate per una porta blindata. La sicurezza è essenziale, siate dunque sicuro che vi sentirete al vostro agio, senza rischio d’intrusione esterna.

Un altro aspetto primordiale della sicurezza : l’ascensore. Se l’appartamento è situato al sesto o settimo piano, è essenziale che vi sentiate in sicurezza all’interno ! Sapendo che nell’Aprile scorso, soltanto il 58 % degli ascensori erano perfettamente a norma, potrebbe essere una scelta avvisata che il vostro ne faccia parte. Su questo punto, assicuratevi che l’ascensore rispetti le scadenze di mesa a norma de la legge SAE (Sécurité des Ascenseurs Existants). Questa legge prevede due tempi di lavori, la prossima essendo prevista per il 13 luglio 2013, la seconda dovrebbe esser fatta nel 2018.

La prima impressione non sempre è la migliore

Tutto è fatto, non rimane che ad entrare nell’appartamento – o la casa – e scoprire l’interno. Si dice spesso che la prima impressione è quella giusta. Non è necessariamente in materia di immobile, dove è fortemente raccomandato di non fidarsi, e anche di passarci oltre per prestare attenzione ai dettagli. Non esitare a chiedere una seconda visita alcuni giorni dopo se è possibile, per essere sicuro al 100 %, e evitare brutte sorprese una volta il contratto d’affitto o l’atto di vendita firmato! Fate un primo giro dell’abitazione osservando la superficie e la forma delle stanze. Per misurare in pochi secondi la dimensione di una stanza o di un muro, perché non munirsi di un metro laser per esempio ?

Entrate nel bagno, la cucina, nei servizi dando una prima occhiata. Non soffermatevi sulle impressioni utili, soprattutto se comprate. Se le mattonelle o il colore della moquette non vi piace, sarete sempre in tempo di fare lavori in seguito. Provate ad immaginare le vostre cose nelle stanze vuote, e chiedetevi se vi vedreste veramente vivere lì. Il colpo di fulmine va bene, ma non fermarvi a quello e rimanete attento per tutte le tappe a venire…

Che tipo di riscaldamento?

Secondo l’Istituto nazionale della consumazione (INC), il budget medio speso per il riscaldamento da una famiglia francese nel 2010 era di 150 Euro al mese., ovvero 1 300 Euro all’anno. Ciò fa parte delle spese più correnti, alle quali non si pensa necessariamente nel momento del trasloco., ma che possono rivelarsi un handicap una volta la fattura nella cassetta della posta. Per evitare brutte sorprese, informatevi sul tipo di riscaldamento dell’immobile. Se si tratta di un palazzo e che il riscaldamento è in comune e incluso nella spese, è perfetto!

In generale, il riscaldamento si ottiene via gas naturale o via elettricità. Riscaldamento a legno, solare, o con combustibile proveniente dal petrolio, possono avere un impatto importante sulle vostre spese energetiche, dunque chiedete all’interessato, per sapere qual è quello più indicato. Ogni soluzione ha i suoi vantaggi e i suoi svantaggi., a voi la scelta. Notiamo anche che è importante che le finestre si apprino e si chiudano bene, ciò per evitare ogni perdita di energia. Sia per la vendita che per la locazione,, un Diagnostic de performance énergétique (DPE) deve obbligatoriamente esservi fornito, il che vi permette con un’occhiata di stimare il consumo in kWh/m² annuale dell’immobile. Buona notizia se l’immobile dispone del label BBC o HQE, significa che è ben isolato e che le fatture di riscaldamento e di luce non dovrebbero essere troppo elevate.. Notiamo inoltre che nelle nuove costruzioni, la norma BBC sarà obbligatoria dal 1 gennaio 2013 (RT 2012).

Lo stato generale dell’immobile

Tutti questi elementi sono da stipolare accuratamente nei documenti durante la visita precedente la firma del contratto di affitto o di vendita dell’appartamento o della casa. In questo caso ancora spetta a ciascuno di stabilire le proprie priorità. Se alcuni preferiscono il confort di un immobile nuovo o messo a nuovo, nel quale non è necessario fare dei lavori, altri favoriscono immobili meno costosi, in uno stato inferiore, e dunque dove sarà necessario compiere lavori. Qualunque sia il vostro caso, fate attenzione comunque ad alcuni elementi che potrebbero complicare il compito.

Le finestre e le porte inoltre devono tutte essere verificate. Guardate l’interno deli armadietto, i muri, i soffitti, per assicurarvi che non ci sia troppo umido. Prestate anche attenzione alle persiane o alle tapparelle, le quali potrebbero costarvi caro se fossero in cattivo stato. Aprite i robinetti per vedere se funzionano bene e che non ci sia fuga. Un allagamento è l’ultima cosa che desiderate per festeggiare il vostro trasloco ! In una casa, osservate la tettoia, dove un’eventuale riparazione potrebbe là ancora fare la guasta-feste.

Alcuni dettagli importanti

Se volete prendere in affitto un immobile ammobiliato, è molto importante assicurarsi che i mobili siano in buono stato in modo che non vi venga un giorno rimproverato la loro degradazione ! Date un’occhiata ai vari armadi, là ancora secondo i vostri desideri e il vostro stile di vita. Avete bambini o avete bisogno di molto spazio per sistemare le vostre cose ? Armadi grandi, spazzi vasti o anche un dressing potrebbero essere ideali per appoggiarci i vostri effetti personali. Sarebbe un peccato vivere in un luogo dove la mancanza di spazio e di possibilità di sistemazione è un problema quotidiano.

Altro elemento da considerare : l’orientamento delle stanze. Per il soggiorno e/o la sala da pranzo, si consiglia generalmente finestre orientate verso sud, nello scopo di captare il più luce possibile. Per le camere, il sud-est è l’ideale, beneficiano così del sole del mattino rimanendo fresche nel pomeriggio.. Invece, luoghi come il garage, la lavanderia o le stanze dedicate alla sistemazione possono senza problemi orientate verso nord, non necessitando di essere molto calde o particolarmente luminose.

Lo stato dei cavi

Durante una visita non ci si pensa necessariamente, e pure ciò è indispensabile : Bisogna imperativamente controllare le prese elettriche ! Bisogna che ce ne siano diversi, e devono essere ben situate, in particolare in cucina, dove ne avrete rapidamente necessita tra i fornelli, la lavastoviglie e il frigorifico ! I problemi dovuti ai cavi sono costosi, controllate quindi che tutto sia apposto! Un’occhiata alle entrate / uscite d’acqua, per vedere dove saranno situati i vostri elettrodomestici e se tutto fa il casa vostro.

Idem per le prese telefoniche, o quelle de l’antenna televisiva. Tutto dovrebbe essere a norma, però meglio assicurarsene! Infine, altro elemento importante: Controllate in diverse stanze che il vostro cellulare abbia campo. Se siete dipende dello smartphone o che ne avete assolutamente bisogno per il lavoro, un problema maggiore di ricezione potrebbe diventare un problema quotidiano.

La questione del prezzo

Normalmente, se visitate, è che il prezzo rientri nel vostro budget, che si tratti di vendita o di locazione. Informatevi comunque sulle spese e le tasse legate all’abitazione e alla città, o anche sugli aiuti ai quali potete pretendere. In questo periodo in cui numerosi beni sono ampiamente sopravalutati non esitare a negoziare se la somma richiesta vi pare smisurata.

Nell’ambito di una vendita, se importanti lavori sono da prevedere nell’immobile, potete sicuramente negoziare uno sconto. Ad ogni modo, disponete di tutte le carte solo una volta passata questa prima visita. Se lo stato di mercato lo permette, prendete in seguito alcuni giorni per pensarci, e se siete sempre tentato, chiedete una seconda visita. E se questa seconda visita vi convince, avanti con il sopraluogo e ai contratti!

Cerchi casa in Francia?

Affida la tua ricerca a Francia Facile!

Calcola il tuo investimento

Calcola il tuo investimento

Calcola in anticipo il costo del tuo progetto immobiliare (mutuo, spese notarili,...)

Accedi
Apri un conto corrente in Francia

Apri un conto corrente in Francia

Ottieni un appuntamento presso una delle filiali di Monte Paschi Banque

Scopri di più
Cerchi un mutuo?

Cerchi un mutuo?

Contatta i nostri consulenti per per un'analisi più precisa delle tue esigenze

Scopri di più

Newsletter

Ricevi gratuitamente gli annunci immobiliari di Francia Facile !
Top